Teatro Era – Pontedera (PI)

Il nuovo TEATRO ERA DI PONTEDERA (sede del Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale, oggi Fondazione Pontedera Teatro) nasce in un quartiere popolare come prototipo di una struttura a misura di chi fa teatro, in cui le sue diverse funzioni e possibilità di utilizzo permettono processi creativi e produttivi inusuali negli spazi tradizionali.
L’esigenza di un nuovo teatro è frutto della presenza a Pontedera, a partire dal 1985, di Jerzy Grotowsky che vi propose la sua concezione di teatro povero, inteso come spazio semplice tutto da organizzare, in grado di offrire una libertà ed una ricchezza di possibilità ben oltre i condizionamenti dello spazio teatrale classico.

Questa esperienza porta negli anni ’90 alla progettazione di una nuova struttura, concepita come una sala vuota dove non ci sono elementi che richiamano al teatro tradizionale, nemmeno il palco o le file di sedute fisse, e si realizza invece un ritorno a condizioni che accrescono la libertà e la possibilità del teatro; un’architettura essenziale e più incline alla sottrazione dunque, realizzata in tempi brevi privilegiando tecnologie costruttive semplici e collaudate, del tipo di quelle utilizzate nella maggior parte delle costruzioni industriali.

La Molpass srl, un’azienda la cui vocazione è proprio quella di mettere a disposizione del mondo dello spettacolo le nuove tecnologie che sono in grado di aumentare la libertà creativa e di consentire rilevanti economie nei costi di gestione ed allestimento, vi ha realizzato, previa un’accurata progettazione esecutiva, rilevanti opere (tra cui una gradinata mobile da 300 posti, una graticcia, che copre l’intera sala, dotata di tiri meccanizzati; una pannellatura acustica ad assetto variabile), che pongono il TEATRO ERA alla più assoluta avanguardia tecnologica in Italia.